Gennaio 2012

 

Domenica

15

ore 15.30

22° edizione

Premio Teatrale S. Domingo

La comedia in concors

Commedia in dialetto milanese di

Roberto Zago

Compagnia Filodrammatica " Paolo Ferrari "
Regia di Claudio Foresti

Franzi, giornalista che cura il settore dialettale per il suo giornale, è in procinto di partire in vacanza con Alfredo, collega e uomo del cuore. Farielli, autore teatrale, si introduce in casa con la minaccia di far morire Franzi, se costei non collaborerà con lui a terminare la commedia che ha in corso; la collaborazione eviterà anche a lui di morire, come egli sente a mo’ di premonizione. Con l’intervento della figlia e della sorella di Farielli, la commedia verrà completata e potrà prendere parte al Concorso indetto dal giornale, ma il Concorso sta per fallire per mancanza del numero minimo di copioni pervenuti…..

Domenica

22

ore 15.30

22° edizione

Premio Teatrale S. Domingo

Gent de ringhera

Commedia in dialetto milanese di

Guido Ammirata

Compagnia Teatrale " Politeatro "
Regia di Felice Forcella
Le case di ringhiera hanno rappresentato fino alla metà del ‘900 uno dei simboli della tradizione popolare milanese; era vita dura con i servizi in cortile, case senza riscaldamento, senza comodità. Vi abitavano prevalentemente operai ma anche impiegati e artigiani.

             La casa di “uno” era la casa di “tutti”.

Se ne “sentivano” e se ne “vedevano” di tutti i colori: liti per le scale, improperi dalle ringhiere, pettegolezzi vari e scenate teatrali ma il tutto condito da una semplicità di vita e da un calore umano che all’occorrenza diventava amicizia, aiuto reciproco e carica di umanità che oggi sembrano ormai un lontano ricordo.

Domenica

29

ore 15.30

Don Bosco il Musical

Commedia musicale di

P.Castellacci e R Biagioli

Compagnia " Quelli del Campanile "
Regia di Carlo Ferrara e Paola Primi
E’ il nuovo musical dedicato alla figura del grande innovatore dell’Educazione e della storia religiosa italiana.

Don Bosco era certo che un teatro fatto per passare il tempo non era educativo e per lui, che il teatro era quasi un sacramento, doveva avere dei contenuti validi proprio a livello educativo, doveva essere “morale”, doveva avere un progetto con una precisa caratteristica: educativo, appunto.

Don Bosco è un personaggio attualissimo; già, perchè Don Bosco, 150 anni fa sognò una carta dei diritti per gli adolescenti costretti, fin dalla tenera età, a lavorare, consacrandosi come una sorta di precursore dei sindacati dei giorni nostri. 

Un uomo con un cuore semplice e un’umiltà infinita.