Novembre 2012

 

Domenica

11

ore 15.30

23° edizione

Premio Teatrale S. Domingo

Giallo

Commedia in 2 atti di

Paolo Poli e Ida Omboni

Compagnia Teatrale " E...dizione Straordinaria"
Regia di Silva Cristofari

 La storia si svolge a St.George Meadows, pittoresco villaggio inglese dall’erba pettinatissima e dal vibrante silenzio estivo in cui si sentono decollare le farfalle.

In questo luogo vivono ottimi conservatori, che per essere tali non hanno mai fatto un progresso in tutta la vita; donne che, non oberate da attributi frivoli, quali la bellezza del corpo, si occupano della bellezza dell’anima altrui; giovani più benpensanti che pensanti, gente in possesso di una bella testa che serve soprattutto per tenere separate le orecchie ed anziani che ostentano quell’espressione di sconfinata saggezza che viene dal non aver capito niente per tutta la vita.

In questo luogo la gente incomincia a morire di morti violente, che possono essere contrabbandate come incidenti, ma…...!

Domenica

18

ore 15.30

23° edizione

Premio Teatrale S. Domingo

Fortuna e danèe

hinn semper dispiasèe !

Commedia dialettale in 3 atti

di A.Curcio e E.De Filippo

Compagnia Teatrale " I Barlafuss"

Regia di Marzio Omati

 La fame è una brutta compagnia a cui nessuno si abitua, tanto meno la famiglia Tagliaferri, che la soffre da ben sette generazioni.

Un giorno la fortuna si ricorda di loro, ma…

”A nun, nissun ghe regala nagotta, domà gh’emm on pòo de fortunna…patatracc!! ghe capita ona quai rogna sul còo..”

Alla fine, però, come NON sempre succede nella quotidianità della vita, ognuno avrà quello che si merita.

Domenica

25

ore 15.30

23° edizione

Premio Teatrale S. Domingo

Il piacere di dirsi addio

Commedia in 2 atti di

Mario Pozzoli

Compagnia Teatrale " Gli Adulti "

Regia dell'Autore

“Lasciarsi di Venerdì porta disgrazia?” si domandano le eroine di queste tre storie avvincenti e indimenticabili.

Ognuna di esse risponde in maniera diversa, originale.

Tre storie diversissime tra loro, ma che si intrecciano in maniera paradossale: spassosa la prima, raffinata la seconda, sorprendente e spumeggiante la terza.